Tu che sei parte di Me (2003)
spettacolo di danza e teatro 
 

Ogni uomo in un particolare momento della sua vita diviene testimone di se stesso..è il momento nel quale si affronta la propria solitudine, il proprio dolore, i desideri e le emozioni più profonde, è il momento in cui si sceglie di cambiare, il momento in cui ogni scelta passata e ogni scelta presente assume il peso del cambiamento…è il momento in cui si conosce la propria anima, nel bene e nel male…in certi momenti, il testimone, l’altro sé, l’altra metà superiore, in certi momenti odia il suo ruolo…e come lo specchio che riflette le lacrime e i sorrisi senza che nessuno lo veda mai sorridere o asciughi le sue lacrime, raggrinza la superficie liscia in uno spasimo che solo la follia conosce….Ogni uomo è testimone, almeno per un momento, di se stesso…questa è la storia di un testimone che ha incontrato, riconosciuto, amato, pianto e sorriso in una storia al di là del tempo con l’altra metà di sé…E’ la storia di chi per un istante entra in un universo parallelo, in una zona bianca fuori del tempo e dello spazio per poter vivere un’altra vita.. quella che vita che avrebbe vissuto o potrebbe vivere se E’ il peso di ogni scelta che ci porta a vivere una vita o un’altra…a percorrere un sentiero o un altro…E’ una storia che danza e si nutre di mille altre storie, come tanti fili che si intrecciano a formare un disegno meraviglio- so che solo chi vive al di sopra di tutto può amare e contemplare, 

ed ogni filo poggia su una rete invisibile che è la storia della storia, quella più importante ma anche la più indecifrabile perché vive solo della propria energia…la storia di ognuno di noi…

 

Coreografia

Licia Baraldi

 

Musiche

A.Amar, L.Einaudi,Y. Tiersin, D. Sepe, F. De Andrèe, Quintorigo, D. Gavioli , FragilVida, A. Iglesias, E. Bosso

 

Immagini

Dario Locci

 

Testi

Autori Vari

 

Voce Recitante

Gianluca Galletti

 

Durata: 75’